terni
terniOfferte di lavoro a TerniCase a TerniLast minute e viaggiAuto e moto usate e nuoveElettronica, abbigliamento, arredamentoTerni BlogTerni in Rete Incontri
Radio Galileo
Log in
  • Login
  • Password
  • Registrati come utente Hai dimenticato la tua password?
  • Salva password all'accesso

Statistiche

dati:
Informazione locale
Classifiche calcio
Risultati e classifiche
Dalla parte del cittadino
Ricerche dalla rete e sponsor
Rubriche
Links
Oroscopo Radio Galileo
Nessun articolo disponibile
Links correlati
Links

Links 

I nostri partner

    Autore
    Links correlati
    Articoli correlati
    Nessun articolo correlato
    Links correlati
    Nessun link correlato
    Informazioni

    Strumenti

    Statistiche

    • Letto: 2824
    • Segnalato: 0

    Stanno leggendo ora

    • 1 anonimo.

    Giudizi e voti (6)

    38%

    Ricerche dalla rete e sponsor
    Articolo
    Sei in: TERNI IN RETE (26071)  Informazione (15425)  Cronaca (3515)

    DAGLI AUTOVELOX ALLA ZTL ALLA CHIUSURA DI MCDONALD'S

    16 Febbraio 2012 04.25 - di Adriano Lorenzoni - Fonte: Terni in rete - cod.320217

    Francesco Bartoli, Presidente di Fipe...

    Francesco Bartoli, Presidente di Fipe Confcommercio Terni

    Informazione / Cronaca :: DAGLI AUTOVELOX ALLA ZTL ALLA CHIUSURA DI MCDONALD'S

     Nessun video o audio disponibile

     Nessuna documentazione disponibile

    Visualizza articolo sulla mappa Visualizza questo articolo sulla mappa

     Francesco Bartoli, Presidente Fipe-Confcommercio, scrive al Sindaco di Terni e alle associazioni di categoria

    Vi scrivo queste brevi considerazioni a titolo personale come cittadino e commerciante di Terni , non nella veste di Presidente della Fipe-Confcommercio e questo per stimolare un dibattito anche in seno alla associazione a cui appartengo , e da cui mi aspetto delle risposte , al pari delle altre associazioni di categoria (CONFARTIGIANATO - CONFESERCENTI - CNA- COLDIRETTI- ASSOCIAZIONE INDUSTRIALI ) oltre naturalmente alle istituzioni politiche e amministrative della Città.


    Negli ultimi giorni si è avviato un dibattito sui principali organi di stampa sul fenomeno delle multe elevate dai nuovi autovelox , fenomeno da molti indicato come una vera tassa occulta.

    LA TASSA OCCULTA DEGLI AUTOVELOX - Nessun amministratore può trincerarsi dietro le parole prevenzione e sicurezza per giustificare il danno economico di proporzioni enormi patito dagli automobilisti ternani . La mole delle sanzioni a quanto emerge è talmente elevata che in media un cittadino su due sarebbe multato almeno una volta all'anno , in pratica togliendo anziani , bambini e chi non ha la patente , tutti i cittadini ternani sarebbero sanzionati almeno una volta all'anno. E questa non è una tassa occulta ? Sarebbe interessante vedere anche, di tutte le multe elevate, quante sono state fatte a 52 km orari , limite veramente risibile rispetto alle prestazioni delle macchine moderne , e praticamente impossibile da rispettare nelle vie cittadine a grande scorrimento , soprattutto da chi per lavoro è costretto a spostarsi di continuo in città e quindi più soggetto a sanzioni di questo tipo. Occorre dire basta a questa vessazione , basta a nuovi autovelox ed è necessario regolare in altro modo quelli esistenti . In base a quanto asserisce l'assessore Bencivenga se i nuovi autovelox sono stati pensati per scoraggiare principalmente l'alta velocità notturna allora attiviamoli solo dopo le ore 20.00 e con dei lampeggianti luminosi che ne segnalano la presenza a partire almeno 200 metri prima.


    IL BILANCIO DEL COMUNE SI REGGE SULLE MULTE - Purtroppo la realtà è questa , tutta la politica fatta dall'amministrazione comunale sulla viabilità , tende ad aumentare esponenzialmente gli incassi derivanti dagli autovelox disseminati ad arte in punti poco visibili , oppure attivando sempre nuovi varchi per la Ztl , con un costo aggiuntivo per chi lavora in centro dovuto al pagamento dei permessi , il tutto per coprire le spese di un bilancio comunale fatto solo per alimentare clientelismi , conservare poltrone e incarichi ben remunerati.


    IL CENTRO STORICO BLINDATO E DEGRADATO - Il risultato è questo , un centro storico da tutti definito come il più grande centro commerciale naturale del centro Italia , è ridotto ad una sorta di campo di concentramento , blindato da paletti di acciaio disseminati in ogni dove, pilomat a guardia di piazze desolate senza una panchina nè una fioriera , in cui sono attivi varchi elettronici 24h su 24h (forse l'unica città in Italia) , totale assenza di parcheggi sufficienti ad incentivare un'afflusso pedonale alternativo , con la conseguenza che i consumatori preferiscono andare nei centri commerciali posti a ridosso dell'area ZTL , facilmente raggiungibili e con comodi parcheggi. La crisi che ha generato questo sistema è ormai arrivata a soglie preoccupanti e forse irreversibili.


    LA CHIUSURA DI MCDONALD'S - La notizia della probabile chiusura del punto vendita di McDonald's in corso Tacito è la dimostrazione di questo fallimento.
    Un marchio importante affermato in ogni angolo del mondo, un format di successo che coniuga qualità a prezzi contenuti , è costretto a trasferirsi fuori dalla ZTL , per avere una giusta economicità del suo punto vendita e soprattutto per essere finalmente raggiungibile da chi non vuole rischiare una multa per prendere un hamburger. Ma per quale motivo dopo le 18.00 non è possibile aprire i varchi della ZTL e dare una maggiore accessibilità al centro ? Perché il Comune ed in particolare l'assessore Bencivenga si ostina a fare una guerra senza limiti ai piccoli commercianti del Centro ? Se non ci sarà un cambiamento radicale dopo Mc Donald's saranno molti altri a chiudere e nessun centro commerciale riuscirà a riassorbire i posti di lavoro che andranno persi.


    ASSENZA DI POLITICHE DI MARKETING - Questa situazione si affianca alla totale assenza di politiche di marketing per il centro storico , un programma di marketing urbano sempre annunciato ma mai attivato , un tavolo di coordinamento per sviluppare grandi eventi ( Vedi Notte Bianca ) richiesto da oltre un anno da tutte le associazioni di Categoria e mai convocato , tavolo tecnico che avrebbe il compito di coordinare e riunire le varie forze e risorse economiche sia pubbliche che private selezionando gli eventi , degni di questo nome , da sviluppare con un programma bel delineato e con dei tempi minimi per promuovere fuori dai confini cittadini gli eventi stessi. Invece l'amministrazione Comunale continua nell'arco dell'anno a distribuire a pioggia migliaia di euro per iniziative nate solo per accontentare " il circuito degli organizzatori amici ".

    In questo modo non si fa il bene della città : è arrivato il momento di invertire il modo di prendere decisioni . A mio parere poche persone senza alcun consenso popolare stanno decidendo il futuro di questa città , e a me sembra che le scelte effettuate non assicurino un futuro roseo .
    Torna ad inizio pagina 
     Commenta l'articolo nel forum (13 commenti) ultimo del 16/02/2012
    Contatta Adriano Lorenzoni Contatta l'autore: Adriano Lorenzoni
    Condividi su Facebook
    Feed RSS dei prodotti cercati
    Novità di oggi  Feed RSS di questa vetrina
    Informazione :: Cronaca :: TERNI, L'APOCALISSE - DISTRUTTI 150/180 FRA CAMPER E ROULOTTE  -  IL VIDEO

    23/7/2014 07.13

    TERNI, L'APOCALISSE - DISTRUTTI 150/180 FRA CAMPER E ROULOTTE - IL VIDEO

    Informazione :: Cronaca :: STORIE DI COMING OUT  NEL LIBRO, " LE COSE CAMBIANO "

    23/7/2014 05.02

    STORIE DI COMING OUT NEL LIBRO, " LE COSE CAMBIANO "

    Informazione :: Cronaca :: UNA LOTTERIA PER " DYNAMO CAMP "

    23/7/2014 04.40

    UNA LOTTERIA PER " DYNAMO CAMP "

    Informazione :: Cronaca :: CASTELLUCCIO DI NORCIA : TURISTA TEDESCA PRECIPITA CON IL PARAPENDIO

    22/7/2014 23.47

    CASTELLUCCIO DI NORCIA : TURISTA TEDESCA PRECIPITA CON IL PARAPENDIO

    Informazione :: Cronaca :: TERNI: CONTINUANO INDAGINI CARABINIERI SU BABY SQUILLO

    22/7/2014 12.44

    TERNI: CONTINUANO INDAGINI CARABINIERI SU BABY SQUILLO

    Informazione :: Cronaca :: UNO SPOT PER I 200 ANNI DELL'ARMA DEI CARABINIERI - IL VIDEO

    20/7/2014 18.43

    UNO SPOT PER I 200 ANNI DELL'ARMA DEI CARABINIERI - IL VIDEO

    Terni    |    Cronaca    |    Rubriche    |    Eventi    |    Forum    |    Condizioni del servizio    |    Privacy    |    Pubblicità    |    Contatti

    Testata giornalistica Reg. Trib. di Terni il 05/06/09 al nr. 905 N. 07/09 - Direttore Responsabile: Marcello Guerrieri

    On Web - Villaggio Achille Grandi, 20 - 05100 Terni - PI 01417770557